Dolore al gomito: i diversi problemi e le differenti patologie

Dolore al gomito: i diversi problemi e le differenti patologie

I sintomi di un dolore al gomito sono molteplici e variabili come tipologia e intensità, in base alla causa scatenante. Spesso la causa è data dal “gomito del tennista” (localizzato nel gomito destro o sinistro) caratterizzato da dolori nella parte esterna.


Il dolore al gomito rappresenta una delle possibili cause per cui i pazienti si presentano nel nostro Centro e costituisce uno dei disturbi che può trarre beneficio da un percorso rieducativo, soprattutto quando le cause sono individuate sin dai primi incontri.

⇧ Torna al sommario

Quali sono i sintomi del dolore al gomito?

I sintomi di un dolore al gomito sono molteplici e variabili come tipologia e intensità, in funzione della causa scatenante: sicuramente una dei motivi più frequenti è il famoso “gomito del tennista”, che può coinvolgere indifferentemente il gomito destro o il gomito sinistro ed è caratterizzato da sintomi quali dolenzia nella parte esterna del gomito, spesso percepito come dolore trafittivo. In questi casi il paziente è solito affermare: “Sento un dolore interno al gomito quando lo stendo!” e questo avviene soprattutto nel caso in cui il paziente utilizzi l’intero braccio, o una parte di esso come il polso, per movimenti ripetuti (ad esempio nella pratica del tennis o nell’arrampicata) oppure mantenendo le stesse posizioni per molto tempo (ad esempio utilizzando il mouse al computer). In ogni caso si tratta di una infiammazione dei tendini che si collegano alla parte esterna del gomito e, in gergo medico, si parla di epicondilite.

Tuttavia le cause possono essere molteplici e possono essere riferite dal paziente come dolore al gomito durante l’appoggio dello stesso su un tavolo o alla scrivania (specie dopo eventi traumatici) fino ad arrivare ad un dolore avvertito come articolare, che generalmente peggiora quando il gomito è freddo (ad esempio la mattina) e migliora con movimenti dolci e delicati.

⇧ Torna al sommario

Dolore al gomito: quali le possibili cause?

Le cause di un dolore al gomito possono essere molteplici, da quelle traumatiche a quelle legate ad una sindrome da sovraccarico.

Nella cause traumatiche sicuramente le più frequenti riguardano le fratture, le lussazioni e le distorsioni del gomito, che provocano i classici segni quali gonfiore al gomito, arrossamento e dolore acuto. In questi casi prima del trattamento fisioterapico è necessario un corretto inquadramento medico in prima battuta.

Nelle cause non traumatiche invece le sindromi da sovraccarico, quali infiammazioni ai tendini o alla borsa del gomito, sono i disturbi più frequenti.

Infine è bene ricordare che un dolore al gomito può avere anche origine da strutture più distanti dal gomito stesso, come il polso o la spalla, per arrivare fino alla zona cervicale.

Le differenti patologie del gomito

La patologia del gomito per la quale la maggior parte dei pazienti si rivolge al Centro Fisio Logic riguarda il famoso “gomito del tennista” o, in termini più appropriati, epicondilite.

L’epicondilite è un’infiammazione dei tendini che si collegano ad un osso della parte esterna del gomito, detto epicondilo: di fatto si tratta di una tendinite, che generalmente si inizia ad avvertire nella parte esterna del gomito in modo graduale, senza che si renda necessario uno specifico evento traumatico iniziale. Infatti talvolta è sufficiente svolgere, anche solo per poche ore, un’attività caratterizzata da movimenti ripetitivi eseguiti con la mano e il braccio, come dipingere una parete o potare le piante in giardino.

Un’altra patologia abbastanza frequente è il cosiddetto “gomito del golfista” o, in termini più appropriati, epitrocleite. Quest’ultima è un’infiammazione dei tendini che si collegano ad un osso della parte interna del gomito, detto epitroclea: anche in questo caso si tratta di una tendinite, che pur avendo una diversa origine meccanica rispetto all’epicondilite, ne ricalca i meccanismi infiammatori.

Infine le ultime due cause più frequenti di dolore al gomito (tra quelle definite come sindromi da sovraccarico), sono rappresentate dalla borsite al gomito, ossia l’infiammazione di un “cuscinetto” presente nel gomito che serve per evitare lo “sfregamento” del tendine contro la struttura ossea e, in secondo luogo, dalle calcificazioni al gomito, ossia la formazione di depositi di sali di calcio all’interno dei tessuti del gomito, che talvolta insorgono dopo le infiammazioni.

Gli esami strumentali che permettono un corretto inquadramento del disturbo sono le radiografie, le ecografie e le risonanze magnetiche, che sono prescritte dal medico e consentono di individuare le strutture maggiormente coinvolte nel sintomo. Tuttavia, come detto, non sempre un dolore al gomito dipende dal gomito e in queste situazioni un esame di laboratorio come quelli sopra elencati può risultare totalmente negativo.

Il dolore al gomito può essere legato ad altre patologie?

Il dolore al gomito talvolta può essere associato o, in alcuni casi, causato da altre patologie o regioni del corpo che non funzionano correttamente. In questo senso sono molto frequenti le connessioni tra il dolore alla spalla, al gomito, al polso e alla mano e questo accade perché tutte queste strutture sono collegate da molti tessuti anatomici come i muscoli, le fasce e il tessuto nervoso.

⇧ Torna al sommario

I rimedi al dolore del gomito

I rimedi per risolvere un dolore al gomito sono legati alla causa del dolore e allo stato di infiammazione in cui versa il paziente al momento del primo incontro.

Per l’epicondilite o “gomito del tennista”, soprattutto se in fase acuta, la terapia manuale eseguita da un professionista costituisce la scelta migliore. In questa fase il terapista esegue, talvolta con il supporto della terapia fisica come la tecarterapia, una serie di manovre sul gomito e sulle strutture collegate, per ridurre lo stato di tensione e favorire il circolo venoso e linfatico. Il taping neuro muscolare o il bendaggio funzionale sono strumenti che in queste fasi possono aiutare e velocizzare nel recupero, insieme ad altri rimedi più “naturali” come il riposo e l’utilizzo del ghiaccio.

Una volta terminata la fase acuta, la riabilitazione del gomito si sposta in direzione degli esercizi attivi, come quelli legati al miglioramento dell’elasticità dei muscoli coinvolti nel disturbo (ad esempio lo stretching dei muscoli estensori del polso) o quelli connessi al rinforzo di strutture indebolite dal cattivo utilizzo (ad esempio il rinforzo mediante specifiche bande elastiche), strumenti che hanno il compito di ripristinare la fisiologica stabilità dell’articolazione e garantire un recupero completo e prolungato.

⇧ Torna al sommario

Dolore al gomito: gli specialisti per risolvere questa patologia

Gli specialisti, presenti nel centro Fisio Logic, per risolvere la patologia del gomito nell’ambito medico sono l’ortopedico e il fisiatra, ai quali si consiglia di rivolgersi specie se il dolore è altamente invalidante. Nel caso in cui invece il dolore si presenta in forma meno acuta, la fisioterapia o altri trattamenti di medicina complementare come l’osteopatia, rappresentano indubbiamente le scelte vincenti.

Il Centro.
Noi e la nostra
passione

Fisio Logic offre trattamenti di Fisioterapia, Riabilitazione Funzionale e valutazioni di Posturologia Clinica. Contemporaneamente è possibile effettuare attività fisica personalizzata o corsi per piccoli gruppi con le finalità di star bene con il proprio corpo.

Scopri il centro

Scopri il nostro
metodo e richiedi
un colloquio

prenota ora

Analisi e terapie

L'analisi dei disturbi e delle loro cause è il primo passo per comprendere il migliore percorso terapeutico per lenire il dolore nell'immediato e avviare un processo di autoguarigione del corpo sul lungo periodo.

Scopri il nostro metodo e richiedi un colloquio

prenota ora

Design by logo Trigloo

Disclaimer: Gli articoli e gli approfondimenti che potrai trovare su questo sito hanno uno scopo divulgativo e devono guidare il paziente solamente per informarlo, ma non intendono sostituire il parere del proprio medico curante, di un Fisioterapista specializzato o di una figura medica abilitata. Fisio Logic non intende sostituirsi alla normale visita di uno specialista. Fisio Logic non detiene alcuna responsabilità, di tipo giuridico in quanto le informazioni hanno uno scopo divulgativo e vengono invitati gli utenti a consultarsi col proprio medico di fiducia prima di qualunque attività o prima di intraprendere delle cure.