Dorsalgia: cause, rimedi e terapie di questo sintomo

Home > Approfondimenti > Sintomi -> Dorsalgia: cause, rimedi e terapie di questo sintomo

Dorsalgia: cause, rimedi e terapie di questo sintomo

di Gianluca De Lio - 16/3/2020 - in Sintomi

Il termine dorsalgia indica il sintomo dolore collocato nella regione dorsale. Questa regione della colonna vertebrale in verità, per conformazione anatomica e per biomeccanica, non ha un’elevata mobilità. Avendo quindi minime capacità di adattarsi a traumatismi o sovraccarichi posturali, può, frequentemente essere sede di dolenzia, influenzata anche da altri distretti anatomici che risiedono nelle sue immediate vicinanze, le spalle, la regione cervicale, la regione lombare e ovviamente la zona mediastinica, diaframmatica e sotto diaframmatica. Date queste premesse risulta evidente come sia fondamentale riuscire a comprendere quale sia la base del meccanismo del dolore in modo tale da riuscire a combatterlo con il giusto rimedio e terapia.
dorsalgia

⇧ Torna al sommario

Dorsalgia: questo sintomo nel dettaglio

Il dolore dorsale, a seconda del problema che quella regione presenta, può essere acuto (quando si manifesta in modo vivo e persistente per qualche giorno) tale da rappresentare un ostacolo ad un corretto ciclo respiratorio o un limite alla mobilità di arti superiori e capo. Esso può esordire in seguito ad un trauma, costale o dorsale ad esempio, oppure a patologie riguardanti il primo tratto dell’apparato digerente (esofagiti, gastriti, bronchiti e polmoniti).

La dorsalgia cronica, al contrario, è il dolore presente e persistente da molto tempo che si modifica poco con l’attività della vita quotidiana e che si ubica sempre nella solita regione. Può essere causato da alterazioni morfologiche della struttura scheletrica. La scoliosi, il dorso curvo, il morbo di Scheuermann sono alcune delle patologie che, modificando la struttura della vertebra e della successione delle vertebre, possono generare alterazioni della postura non modificabili, che con il passare del tempo, se non trattate in modo corretto, possono manifestarsi con dolore e atteggiamenti posturali viziati.

⇧ Torna al sommario

Le differenti tipologie di dorsalgia

La dorsalgia può manifestarsi in modalità acuta o cronica, a seconda che sia di natura traumatica o posturale, viscerale o legata alla condizione posturale.

Il dolore acuto si presenta in modo repentino, di solito in seguito a traumi che possono riguardare la regione dorsale propriamente detta o tutto ciò che con essa contrae dei rapporti articolari, come le coste, per esempio.

Il dolore cronico è qualcosa di sordo e costante, che aumenta a seconda che la sollecitazione della regione sia troppo intensa e poco gestibile. Dopo l’aumento del dolore per un’intensa sollecitazione, tende a ritornare sui livelli pre acuzie.

La dorsalgia notturna è un tipo particolare di dolore che, per essere compreso nei suoi meccanismi deve essere correttamente indagato e contestualizzato alla raccolta dati del paziente. Il motivo della dorsalgia notturna può essere ricercato nel supporto su cui si riposa, in motivi di natura viscerale o a problematiche legate alla sfera tendinea.

Connubio di sintomi: Dorsalgia e Lombalgia

Il dolore contemporaneo di regione dorsale e lombare, soprattutto se in fase acuta, mina in modo severo la capacità del paziente sofferente di riuscire a contrastare questa condizione, con importanti risvolti dal punto di vista psicologico. Anche in questo caso, una condizione simile, merita un’appropriata indagine specifica che riesca a comprendere le ragioni di tale dolore. Come sempre, la valutazione clinica iniziale risulta fondamentale per la corretta gestione terapeutica del problema.

Connubio di sintomi: Dorsalgia e Cervicalgia

Questa tipologia di associazione può essere scaturita da un reciproco adattamento di un distretto anatomico all’altro. Un problema di natura cervicale può generare un adattamento doloroso della regione cervicale e viceversa. Di solito, per motivi di ordine anatomico e biomeccanico, è più probabile che sia la regione cervicale ad influenzare negativamente la funzionalità della regione dorsale, a meno che questa non sia in una condizione di atteggiamento strutturale alterato (ad esempio scoliosi). Come nel caso del connubio fra dorsalgia e lombalgia è fondamentale riuscire, con i diversi mezzi di indagine e valutazione, a gestire i sintomi e comprendere la causa di tali sintomi.

⇧ Torna al sommario

Le cause della dorsalgia

La dorsalgia, a seconda della causa scatenante può essere di origine traumatica (frattura), piuttosto che di natura posturale (lavoro impiegatizio ed utilizzo del pc). Esistono inoltre delle tipologie di dolore dorsale che non sono legate direttamente alla struttura vertebrale, ma a tutto ciò che si trova al di sotto o al di sopra della regione diaframmatica. Il classico esempio è legato alla gastrite acuta che genera dolenzia in regione dorsale. Questo avviene per motivi di ordine neuroanatomico e biomeccanico (fisiologia della respirazione). In ultima posizione ma non certo per importanza, esistono le dorsalgie scatenate da alterazioni della struttura della colonna vertebrale, come ad esempio le scoliosi.

⇧ Torna al sommario

Le cure e i rimedi per la dorsalgia

metodo pancafit schiena

Eliminare la dorsalgia: il metodo Pancafit®

Le cure e i rimedi per far fronte al dolore dorsale, sono diversi ed appropriati a seconda del tipo di dolore e alla causa del dolore. Essi spaziano dalla fisioterapia alla terapia strumentale, dalla ginnastica alla rieducazione respiratoria, dalla manipolazione al massaggio. La terapia può essere una o una combinazione delle diverse attività. Quella più corretta deve ovviamente basarsi su una raccolta dati appropriata.

Gli esercizi per la dorsalgia

La ginnastica medica per la dorsalgia si è evoluta negli ultimi 50 anni. I diversi metodi come il Klapp, il Niederhoffer o lo IOP, si sono arricchiti di concetti legati anche alla funzionalità respiratoria e viscerale. Queste tipologie di esercizi sono studiati per ripristinare una corretta mobilità e armonia muscolare.

Come dormire con la dorsalgia?

Il riposo notturno, quando si hanno dolori vertebrali, siano essi dorsali, lombari o cervicali, viene compromesso. È fondamentale cercare di comprendere se il supporto su cui si riposa possa in qualche modo aggravare la condizione dolorosa. Per riuscire a comprendere questo particolare, la prima cosa da fare può essere cambiare lato del letto in cui si riposa (nel caso sia un letto matrimoniale), nel caso sia un letto singolo, si deve provare a riposare (anche solo per qualche ora) su un altro supporto, per riuscire a fare gli opportuni confronti. La scelta del materasso è qualcosa di altamente soggettivo, per cui non esistono regole universali da adottare. Una volta compreso se il materasso o il cuscino sono strumenti che incidono in modo intenso o nullo sulla nostra dorsalgia, possiamo cercare di riposare in modo tale da non gravare troppo sulla curva dorsale; quindi decombere sul fianco, ad esempio, sempre che si riesca a sopportare la posizione. Il dolore notturno è comunque, un campanello d’allarme da non sottovalutare. Sostituire il supporto è e rimarrà sempre una risoluzione parziale del problema.

Tags:

Gianluca De Lio

Gianluca De Lio

Osteopata, Posturologo, specialista in scienze del movimento, corresponsabile del Centro Fisio Logic
Biografia completa

Approfondimenti

Terapie o attività complementari

Scopri il nostro
metodo e richiedi
un colloquio

prenota ora

Analisi e terapie

L'analisi dei disturbi e delle loro cause è il primo passo per comprendere il migliore percorso terapeutico per lenire il dolore nell'immediato e avviare un processo di autoguarigione del corpo sul lungo periodo.

Dolore cervicale: cos’è, sintomi, rimedi e terapie

15 Febbraio 2020

Il dolore cervicale rappresenta uno dei sintomi più comuni che le persone riferiscono. In alcuni casi il dolore può essere accompagnato da sintomi correlati come dolenzia agli arti superiori o parestesie (formicolii) oppure ancora cefalea.

scopri di più
lombalgia

Come curare la Lombalgia: le tecniche fisioterapiche

23 Dicembre 2019

La lombalgia, rappresenta statisticamente, una delle poche (fortunatamente) problematiche, che affligge almeno una volta nella vita quasi il 100% della popolazione. Lo stile di vita, la quantità di attività fisica, lo stress, sono alcuni dei fattori che influenzano positivamente o negativamente la salute della nostra colonna.

scopri di più

Scopri il nostro metodo e richiedi un colloquio

prenota ora

Design by logo Trigloo

Disclaimer: Gli articoli e gli approfondimenti che potrai trovare su questo sito hanno uno scopo divulgativo e devono guidare il paziente solamente per informarlo, ma non intendono sostituire il parere del proprio medico curante, di un Fisioterapista specializzato o di una figura medica abilitata. Fisio Logic non intende sostituirsi alla normale visita di uno specialista. Fisio Logic non detiene alcuna responsabilità, di tipo giuridico in quanto le informazioni hanno uno scopo divulgativo e vengono invitati gli utenti a consultarsi col proprio medico di fiducia prima di qualunque attività o prima di intraprendere delle cure.