Piede Piatto: come può intervenire la fisioterapia

Home > Approfondimenti > Patologie -> Piede Piatto: come può intervenire la fisioterapia

Piede Piatto: come può intervenire la fisioterapia

di Alessio Ricca - 22/2/2022 - in Patologie

Le persone con i piedi piatti spesso avvertono dolore ai piedi o alle caviglie. I piedi possono stancarsi facilmente, e le arcate plantari e i talloni possono facilmente diventare doloranti. Mentre alcune persone nascono con i piedi piatti, molti diventano suscettibili ai piedi piatti a causa di un infortunio, diabete, obesità, gravidanza o semplice invecchiamento. Ogni singolo giorno i nostri piedi devono sopportare il peso per le normali attività. Il piede piatto può causare dolore quotidiano continuo e interferire con le nostre normali attività. La terapia fisica può aiutare ad affrontare il problema e alleviare il dolore.

⇧ Torna al sommario

Cos’è il piede piatto

Il piede piatto (noto anche come piede iperpronato) si riferisce ad una condizione in cui l’arco del piede non si sviluppa o “crolla”, tende cioè ad appiattirsi, consentendo a tutta la pianta del piede di toccare il pavimento quando ti alzi in piedi.

I piedi piatti a volte possono contribuire a problemi alle caviglie e alle ginocchia perché la condizione può alterare il corretto allineamento delle gambe.

⇧ Torna al sommario

Sintomi e conseguenze del piede piatto

Nel piede piatto il sintomo più comune è il dolore che può causare al piede. Ciò può verificarsi a causa di uno sforzo nei muscoli e nei legamenti della caviglia.

Sollecitazioni anormali sul ginocchio e sull’anca possono causare dolore alle articolazioni sottostanti; un esempio di sollecitazione anormale è identificabile nello sforzo che si verifica se la caviglia si posiziona verso l’interno provocando il piede valgo. Ecco perché in caso di piedi piatti i sintomi dolorosi possono riguardare il mesopiede, il ginocchio, l’anca, la regione lombare o manifestarsi con rigidità di uno o entrambi i piedi.

Il piede piatto può anche causare mal di schiena, da lieve ad invalidante.

I piedi piatti possono anche portare a una distribuzione non uniforme del peso corporeo e a un’usura irregolare o più rapida del solito delle scarpe, specialmente su un lato, che può causare ulteriori problemi. Questo tipo di sintomo si riscontra anche nel caso di piede cavo.

L’usura anormale delle scarpe viene spesso notata osservando la suola della scarpa e confrontando le due.

I piedi piatti hanno conseguenze molteplici e che il più dei pazienti nella maggior parte dei casi non conosce.

I piedi piatti possono infatti portare alla formazione dell’alluce valgo, una deformità dell’alluce nota comunemente come “cipolla”.

Le persone con altri problemi ai piedi, alle caviglie o alle gambe possono essere sorprese di scoprire che l’insorgenza o il peggioramento dei seguenti sintomi sia tra le conseguenze del piede piatto:

Sebbene in una fase iniziale il piede piatto potrebbe non essere doloroso o sintomatico, nel tempo può portare a uno schema di camminata alterato, fino alla zoppia dopo lunghe passeggiate e dolore al piede, alle ginocchia o ai fianchi. È quindi importante che il trattamento appropriato inizi il prima possibile.

I piedi piatti possono infatti influenzare l’allineamento del corpo quando si sta in piedi, si cammina o si corre. Di conseguenza, possono aumentare la probabilità di sviluppare dolore ai fianchi, alle ginocchia e alle caviglie.

Piedi piatti: come riconoscerli

Le persone con i piedi piatti, hanno un arco plantare molto basso o completamente assente.

Normalmente, c’è uno spazio vuoto sotto l’interno del piede quando una persona sta in piedi, poiché l’interno della pianta del piede si solleva leggermente da terra. In caso di piede piatto, il margine interno del piede può toccare il suolo. La condizione è opposta a quella del piede cavo dove l’arco del piede è eccessivamente curvo.

⇧ Torna al sommario

Rimedi per i piedi piatti

Il trattamento per questa condizione di solito include plantari personalizzati e una visita dal fisioterapista.

Se i piedi piatti causano dolore, una scarpa ortopedica o una protezione in schiuma o silicone, del navicolare, può fornire sollievo rapido ed efficace.

Solette ortopediche o plantari per il piede con supporto interno progettato su misura da un podologo possono alleviare la pressione e fornire correzione. Tuttavia, le solette o le scarpe ortopediche trattano solo i sintomi e la correzione funziona solo quando sono indossate.

Ovviamente, prima di adottare un plantare o una soletta, oltre a studiare l’appoggio podalico, è fondamentale sottoporsi ad una valutazione posturale con lo scopo di comprendere quanto il recettore podalico sia disfunzionale.

Quando l’obesità è la causa di queste deformità, la perdita di peso può migliorare i sintomi.

Nei bambini

Il piede piatto nel bambino e nel neonato è normale in quanto vi è un cuscinetto adiposo che nasconde l’arco plantare; un normale arco sotto il piede, visto in posizione eretta, dovrebbe essere sviluppato all’età di 6 anni. 1 bambino su 5 non sviluppa mai un arco e portando all’età adulta questo spesso non causa problemi o dolore a lungo termine.

Le scarpe speciali non aiutano con lo sviluppo dell’arco plantare, piuttosto sarà bene che il bambino indossi le sue scarpe normali comode e ben calzate. Trascorrere molto tempo a piedi nudi è la cosa migliore per il tuo bambino.

I fisioterapisti possono sviluppare programmi e trattamenti specifici per il tuo bambino per migliorare la sua funzione, migliorare la postura del piede e il ritmo della deambulazione, nonché ridurre la probabilità che si sviluppino condizioni secondarie come la fascite plantare.

Strategie utili per affrontare i piedi piatti includono camminare su superfici diverse, trascorrere del tempo a piedi nudi e allungare i muscoli tesi come i muscoli del polpaccio, il tendine d’Achille e rafforzare i muscoli del piede deboli.

L’ausilio tempestivo del fisioterapista è assolutamente da ricercare quando il bambino soffre, se solo un piede è piatto, se le ginocchia di tuo figlio si piegano verso l’interno, se tuo figlio inciampa e cade, se cammina in punta di piedi o se ha un ritardo nelle sue capacità motorie.

In alcuni casi, i piedi piatti nei bambini dipendono invece dal fatto che alcune ossa non si sviluppano correttamente durante l’infanzia, il che può portare a piedi piatti dalla nascita all’età adulta. In questi rari casi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per correggere la volta.

Negli adulti

Come abbiamo visto, il piede piatto adulto può essere gestito in molti diversi modi sicuri ed efficaci che possono scongiurare l’ipotesi di trattare il piede piatto con intervento chirurgico.

Dal punto di vista chirurgico esistono diverse tecniche per l’operazione dei piedi piatti a seconda dello stadio della deformità. Ciò può comportare un’osteotomia calcaneare o un allungamento del tendine di Achille. Un altro possibile intervento sui piedi piatti è l’artrodesi del piede posteriore.

Il trattamento chirurgico dovrebbe sempre essere considerato come ultima risorsa.

Esercizi per il piede piatto

È importante prendersi cura dei piedi piatti in modo appropriato poiché possono causare dolore, stress e squilibri in altre parti del corpo. Lavorare con degli esercizi per il piede piatto può aiutare ad allineare tutto il tuo corpo. Gli esercizi per piedi piatti possono aiutare a correggere altri problemi che sono stati causati proprio dai piedi piatti.

Ecco alcuni esercizi correttivi del piede piatto che puoi fare per aiutare a correggere gli archi plantari e ridurre il dolore. Cerca di fare questi esercizi per piedi piatti almeno tre volte a settimana. Idealmente, puoi inserirli nella tua routine quotidiana ed eseguirli durante il giorno.

1. contrazione del polpaccio

  • In piedi, solleva i talloni più in alto che puoi. Puoi usare una sedia o un muro per sostenere il tuo peso.
  • Mantieni la posizione per 5 secondi, quindi torna nella posizione iniziale.
  • Esegui 2–3 serie da 15–20 ripetizioni.
  • Infine, sollevati e riabbassati senza sosta per 30 secondi.

2. Alza l’arco

  • Posizionati su un gradino, con il piede sinistro ben saldo sul piano di appoggio e il piede destro col tallone che fuoriesce dal piano di appoggio.
  • Usa il piede sinistro per trovare stabilità mentre abbassi il piede destro in modo che il tallone penda più in basso rispetto al gradino.
  • Solleva lentamente il tallone destro più in alto che puoi, concentrandoti sul rafforzamento dell’arco plantare.
  • Abbassare lentamente la schiena fino alla posizione di partenza.
  • Esegui 2–3 serie da 10–15 ripetizioni su entrambi i lati.

La soletta o plantare per il piede piatto

Un plantare per piede piatto aiuterà ad alleviare il dolore causato dai piedi piatti, a ripristinare l’equilibrio e il sostegno dei piedi e prevenire altre patologie causate da questa deformità.

I vantaggi del plantare per piede piatto sono molteplici. In primo luogo, riducono la fatica che si prova quando si cammina o si sta in piedi per lunghi periodi. Sostenendo l’arco plantare, si riduce anche il dolore causato dalla deformazione dell’arco interno. Indossare plantari per piede piatto riduce anche il dolore alla schiena, al ginocchio e all’anca.

Infine, questo dispositivo medico riduce le aree di iperpressione plantare. Riduce il dolore al tallone e all’avampiede correlato ai piedi piatti.

Indossare un plantare per piede piatto consente al paziente di ripristinare l’equilibrio. L’ortesi interviene contemporaneamente sui disturbi statici, sulla stabilità del retropiede e sull’equilibrio muscolare.

Le correzioni apportate dal plantare per piedi piatti permetteranno un riequilibrio della postura del corpo e, di conseguenza, un migliore equilibrio durante la deambulazione. Le cadute e le distorsioni ripetute, spesso causate da un piede piatto, vengono così ridotte.

Se non trattati, i piedi piatti possono portare a complicazioni. Indossare solette ortopediche aiuterà quindi a prevenire la comparsa di altre patologie, quali

  • Alluce valgo
  • Sperone calcaneare
  • Fascite plantare
  • Calli e duroni

La riabilitazione dopo l’intervento per il piede piatto

La riabilitazione dopo intervento del piede piatto richiede un periodo di lavoro più o meno lungo, la cui durata varierà a seconda del tipo di patologia iniziale e degli interventi chirurgici eseguiti.

Il chirurgo ortopedico monitorerà l’andamento del follow-up dopo l’operazione, al fine di limitare i rischi postoperatori, assicurandosi che non sorgano complicazioni. Dopo l’immobilizzazione, l’ortopedico prescriverà il supporto di un fisioterapista per riprendere l’attività.

La terapia manuale e fisica viene utilizzata nella riabilitazione del piede piatto. Agisce in particolare sul rafforzamento del tricipite e del tendine tibiale posteriore in modo da limitare il cedimento dell’arco plantare.

La riabilitazione fisioterapica si orienta al trattamento delle disfunzioni attraverso il movimento. Si basa su tre obiettivi principali:

  • Stimolare l’attività per ridurre i rischi associati all’inattività
  • Rafforzare i gruppi muscolari utili al mantenimento del piede
  • Ripristina la libertà di movimento funzionale dell’articolazione del piede

⇧ Torna al sommario

Come può aiutare Fisio Logic

Il fisioterapista valuta i tuoi sintomi e determina se alcune delle cause di questi sintomi derivano da parti del corpo che non sono direttamente associate al complesso piede/caviglia. Molte volte la debolezza della muscolatura del core e dell’anca può portare ad un’alterata funzione degli arti inferiori e costringe il complesso caviglia/piede a pronarsi in modo significativo. Questo può essere combattuto con una routine di esercizi completa che incorpora un programma di rinforzo per il core e l’intera estremità inferiore.

Nel centro Fisio Logic di Torino siamo in grado di fornire il trattamento dei piedi piatti aiutando a ridurre i problemi associati ai piedi piatti:

  • Fornire consigli sugli esercizi per aiutare ad allungare i muscoli tesi e rafforzare le aree deboli per favorire lo sviluppo di una corretta postura del piede
  • Fornire consigli su calzature adeguate
  • Consulenza sulle solette appropriate per migliorare la posizione del piede e, se necessario, fornirti la consulenza di un ortopedico specialista
  • Fornire consulenza sulla gestione del dolore
  • Grazie alla professionalità del nostro team avrai risultati visibili in tempi brevi grazie a trattamenti personalizzati forniti da fisioterapisti specializzati. Nel centro Fisio Logic di Torino è possibile avvalersi delle competenze di altri specialisti del piede rilevanti come podologo o ortopedico di comprovata esperienza.

Capiamo che i piedi piatti possono essere preoccupanti per bambini e genitori. Cercheremo di fornire una valutazione e un trattamento accurato della postura del piede del bambino per prevenire ulteriori problemi e ottimizzare i risultati.

Alessio Ricca

Alessio Ricca

Fisioterapista, Osteopata, specialista in scienze del movimento, corresponsabile del Centro Fisio Logic
Biografia completa

Approfondimenti

Terapie o attività complementari

Scopri il nostro
metodo e richiedi
un colloquio

prenota ora

Analisi e terapie

L'analisi dei disturbi e delle loro cause è il primo passo per comprendere il migliore percorso terapeutico per lenire il dolore nell'immediato e avviare un processo di autoguarigione del corpo sul lungo periodo.

Il ginocchio valgo e la sua riabilitazione a Torino

21 Febbraio 2022

Le deformità del ginocchio possono causare dolore, disagio e rendere difficile la deambulazione.

scopri di più
diastasi addominale

Diastasi addominale, cause, sintomi e interventi per risolverla

20 Gennaio 2022

La diastasi addominale, anche nota come diastasi del retto addome, è una condizione in cui la pancia sporge a causa di un allargamento dello spazio tra i muscoli dell’addome destro e sinistro.

scopri di più

Scopri il nostro metodo e richiedi un colloquio

prenota ora

Design by logo Trigloo

Disclaimer: Gli articoli e gli approfondimenti che potrai trovare su questo sito hanno uno scopo divulgativo e devono guidare il paziente solamente per informarlo, ma non intendono sostituire il parere del proprio medico curante, di un Fisioterapista specializzato o di una figura medica abilitata. Fisio Logic non intende sostituirsi alla normale visita di uno specialista. Fisio Logic non detiene alcuna responsabilità, di tipo giuridico in quanto le informazioni hanno uno scopo divulgativo e vengono invitati gli utenti a consultarsi col proprio medico di fiducia prima di qualunque attività o prima di intraprendere delle cure.